La grammatica ha la sua importanza. Anche nelle leggi. Il caso della SCIA.

5 ottobre 2010
+

Risorse

In punto di morte Graham Greene creò un mistero irrisolvibile aggiungendo una virgola alla disposizione testamentaria che gli era stata presentata in bozza. Il legislatore italiano, nel sostituire la DIA (Dichiarazione di inizio attività) con la SCIA (Segnalazione di Inizio Attività), ha creato le condizioni perché - al di là degli ovvi problemi di connessione con la disciplina di settore (in primis, quella edilizia) - non sia assolutamente scontata l'interpretazione del primo comma dell'art. 19 legge n. 241 del 1990. Se l'interpretazione letterale fallisce, fortunatamente soccorre l’art. 12 delle preleggi che affianca a questa quella sistematica. Certo, c'è da chiedersi se sia corretto utilizzare un criterio ermeneutico per sopperire alle carenze linguistiche del legislatore.

L'articolo ^La grammatica ha la sua importanza. Anche nelle leggi. Il caso della SCIA^ é disponibile all'indirizzo http://www.studiospallino.it/interventi/scia.htm.
+

Risorse

NEWSLETTER